Si è tenuta nell’83 nella casa del Manzoni a Milano... l’occasione il decennale della morte del Gaddone... si è spento a Roma il 21 maggio 1973... a cent’anni pressoché esatti dalla morte del suo amato don Lisander... a Milano il 22 maggio 1873... Gliela dovevo a CEG... mi è costata un anno... meglio... me lo sono goduto quell’anno a peripeziare per tutta l’Italia gaddiana... entrando nelle splendide case di amici e estimatori... come Gianfranco Contini Gian Carlo Roscioni Piero Bigongiari Dante Isella... sentendo al telefono Pietro Citati e Alberto Lattuada... facendo amicizia con Alba Andreini... e visitando i familiari... come la Giuseppina Liberati la sua governante... tornata nella sua natale Ferentino (Frosinone)... e il cugino Piero Gadda Conti... gentilissimo e quasi devoto al cugino che al suo posto tanta fama e tanto lunga ha riscosso con il cognome di famiglia... è tratta dal suo album di famiglia la foto finallora inedita che il Gaddone dedica alla zia Tilde... madre di Piero... e che compare sul retro della sovracoperta della Milano disparsa... sovracoperta ahimé troppo delicata o troppo deperibile... non ne ho mai trovata una copia non sgualcita... La mostra la si è fatta con pochi mezzi nonostante il patrocinio altisonante del Comune di Milano... prima di smontare le teche... allestite poveramente ma affettuosamente con il concorso di tanti amici – il tempo era agli sgoccioli... si apriva l’indomani – per fortuna al nostro amico fotografo Daniele Margutti... che aveva curato le riproduzioni di foto e documenti gaddiani... gli è venuta la provvidenziale pensata di fotografarle... a nostre spese of course... piazzate le teche in piano sul pavimento e la macchina in cima a una scala abbiamo così a perenne memoria le riproduzioni a grande definizione dei quadri della mostra...